PALESMATA  E  POLYDAMAS

 

Il Pankration antico, del quale si hanno testimonianze già in età alessandrina, era un combattimento nel quale la vittoria prevedeva la morte o la resa dell’avversario mentre l’antagonista che vinceva era osannato e portato in trionfo dal pubblico. Per questo solo i valorosi si cimentavano in questa disciplina che veniva insegnata loro fin da piccoli, per la sopravvivenza in battaglia.

Il Pankration nel mondo greco era più di un semplice evento in competizioni sportive, era soprattutto patrimonio dei soldati. Le gesta dei pankratiasts antichi divennero leggenda negli annali dell’antica Grecia. Abbondano le storie dei campioni del passato, che erano considerati invincibili. Arrhichion, Dioxippus, Polidamante di Skotoussa e Teagene sono tra i nomi più conosciuti. I loro successi e le loro gesta hanno ispirato i racconti del mondo ellenico per secoli, anche Pausania lo scrittore viaggiatore parla di questi eroi nei racconti dei suoi viaggi in giro per la Grecia.

Nell’antichità non c’erano né categorie di peso, né limiti di tempo nella competizioni di Pankration,  tuttavia c’erano due o tre gruppi di età nei concorsi dell’antichità. Nei Giochi Olimpici specificamente vi erano solo due di questi due gruppi di età: uomini (andres) e ragazzi (paides). L’evento pankration per i ragazzi è stato introdotto nel 200 aC.

Il Pankration Athlima o moderno comprende 4 settori:

  1. Pankration Agon (combattimento spontaneo totale);
  2. Palesmata (combattimento combinato a due - dimostrativo);
  3. Polydamas (combattimento combinato a quattro – uno contro tre armati – dimostrativo e consiste nella difesa da attacco da spada, pugnale e lancia);
  4. Pankration  (difesa personale).

I primi tre settori sono agonistici, il quarto si pratica solo a scopo di autodifesa.

Il Palesmata evidenzia il lato storico del Pankration che riflette la gara tra Atlante e Plutone (l’alter ego  latino di Ade - signore degli abissi o degli inferi), e l’addestramento che veniva effettuato a Creta, Sparta, Argo e nel resto delle antiche città Elleniche. Le gare di Palesmata mostrano la qualità e la conoscenza del livello degli atleti e del lavoro svolto dal tecnico in palestra.

Il Polydamas è una dimostrazione in memoria di Polidamante campione olimpico della città di Scotussa in Tessaglia, il quale nudo e disarmato riuscì a sconfiggere tre militati persiani armati della guardia di sicurezza del Re Persiano Darious chiamati “Immortali”.

Nella mitologia greca , Polidamante, fratello di Euforbo (Iliade XVI . 534), era un tenente e amico di Ettore durante la guerra di Troia . Since Homer makes no reference to his ancestry (except to note that he is the son of Panthous and Phrontis), he is apparently a commoner, or in any event not a member of the royal house of Troy. Dal momento che Omero non fa alcun riferimento alla sua discendenza (tranne per annotare che egli è il figlio di Panthous e Phrontis), egli è apparentemente un cittadino comune, o in ogni caso non è un membro della casa reale di Troia.

Durante la guerra descritta nell’Illiade, egli propone spesso una strategia prudente in battaglia che è a volte accettata, ma più spesso rifiutata da Ettore, che preferisce l’attacco diretto.Near the end of the Iliad, Polydamas advises the Trojans to retreat when Achilles ends his feud with Agamemnon and rejoins the Greek forces, but Hector does not take his advice, confronts Achilles and is killed by him. Verso la fine dell'Iliade, Polidamante consiglia ai Troiani di ritirarsi quando Agamennone ricongiunge le forze greche, ma Ettore non segue il suo consiglio,  e si confronta con Achille e viene ucciso da lui.

Neither Homer nor Virgil has anything to say about his ultimate fate, but it may be supposed he perished with the majority of the people of Troy when the Greeks took the city.Né Omero, né Virgilio hanno qualcosa da dire sul suo destino finale, ma si può supporre che perì con la maggior parte della gente di Troia, quando i greci presero la città.

We know little about the Olympic victor Polydamas (also spelled "Pulydamas") of Skotoussa, a city in Thessaly.Si sa  poco del vincitore olimpico Polidamante (scritto anche "Pulydamas") di Skotoussa. His background, family life, and even the details of his Olympic triumph are mysteries. La sua formazione, la vita familiare, e anche i dettagli del suo trionfo olimpico sono misteri. Aside from the fact that Polydamas' statue was remarkably tall, we have no information on his appearance. A parte il fatto che la statua di lui realizzata  era notevolmente alta, non si hanno altre informazioni sul suo aspetto.In the end, however, Polydamas' strength could not prevent his demise.Alla fine, però, la sua forza non ha potuto evitargli la morte. Si narra che un’estate, Polidamante ed i suoi amici erano rilassati in una grotta, quando il tetto ha cominciato a crollare su di loro. Believing his immense strength could prevent the cave-in, Polydamas held his hands up to the roof, trying to support it as the rocks crashed down around himCredendo nella sua immensa forza per impedire il crollo della  grotta, Polidamante alza le mani fino al tetto, cercando di sostenerlo, ma le rocce intorno a lui cedono e  cadono giù. His friends fled the cave and reached safety, but the pankratiast died there. I suoi amici riescono a fuggire dalla grotta e a raggiungere la salvezza, ma il pankratiasta vi morì.

Sia nel Palesmata che nel Polydamas nella dimostrazione tutte le tecniche sono ammesse anche quelle escluse dal regolamento del Pankration Agon. La durata del combattimento combinato non deve superare i 2 minuti. Nel Polydamas il pugnale la spada e la lancia sono sostituite nell’esibizione da pezzi di legno o materiale plastico (per le dimensioni vedasi  regolamento).

Per il saluto, le regole e valutazioni (vedasi regolamento).

 

PALESMATA

All’ordine dell’arbitro centrale “LAVETE THESEIS” (prendere posizione), gli atleti sono invitati ad entrare sulla palestra (vedi foto 1)

Foto 1

All’ordine dell’arbitro centrale “ETIMI”, gli atleti si dispongono uno di fronte all’altro (vedi foto 2)

Foto 2

 

All’ordine dell’arbitro centrale “CHAIRETISMOS HEN” (saluto), gli atleti eseguono il saluto e il grido “ERROSO” (vedi foto 3)

 

Foto 3

All’ordine dell’arbitro centrale “ARXASTHE” (inizio), i due atleti danno luogo allo scambio delle tecniche, quando terminano si posizionano come nella foto 2 e restano in attesa della valutazione degli arbitri e quando tutta l’operazione è terminata all’ordine dell’arbitro centrale ripeteranno il saluto (vedi foto 3) e usciranno dalla palestra.

 

 

 

POLYDAMAS

 

All’ordine dell’arbitro centrale “LAVETE THESEIS” (prendere posizione), gli atleti sono invitati ad entrare sulla palestra, l’arma si impugnerà con la mano sx per avere libera la dx per il saluto (vedi foto 1)

Foto 1

 

All’ordine dell’arbitro centrale “ETIMI”, gli atleti si dispongono di fronte all’arbitro centrale (vedi foto 2)

Foto 2

 All’ordine dell’arbitro centrale “CHAIRETISMOS HEN” (saluto) gli atleti eseguono il saluto e il grido “ERROSTHE” (vedi foto 3)

Foto 3

All’ordine dell’arbitro centrale “ARXASTHE” (inizio), gli atleti danno luogo allo scambio delle tecniche, quando terminano si posizionano come nella foto 2 e restano in attesa della valutazione degli arbitri, quando tutta l’operazione è terminata, all’ordine dell’arbitro centrale ripeteranno il saluto (vedi foto 3) e usciranno dalla palestra.

Joomla templates by a4joomla